Peppe Servillo & Soling String Quartet @ Atina Jazz, 25 Luglio 2014

Certe volte fa bene anche ascoltare qualcosa che non ci piace”, “Magari è meglio di quanto penso”.

Ho mormorato questo tipo di cose appena seduto al mio posto davanti al palco di Atina Jazz, mentre i due presentatori Gino Castaldo ed Ernesto Assante mi annunciavano che sarebbe di lì a poco iniziato un concerto di canzone napoletana con contorno d’archi. C’è da premettere che non conoscevo Peppe Servillo, ma siccome il collega Emilio me ne aveva dato un accenno positivo e la serata era propizia, ho colto l’occasione per fare la sua conoscenza. Non sapevo quindi che il contenuto della serata sarebbe stato tutto napoletano.

Continua a leggere Peppe Servillo & Soling String Quartet @ Atina Jazz, 25 Luglio 2014

Slint – Spiderland : il post-rock che si fonde col grunge

slintspiderland

Hanno pompato il loro ritorno sui palchi gli Slint, con una reissue di Spiderland, loro secondo album del 1991, in un Remastered Box Set equipaggiato di inediti, demo e con tanto di intrigante DVD e t-shirt esclusiva. Inutile dire che è tutto esaurito in pochi mesi. Rimane  però l’interesse per questo album che hanno voluto mettere in evidenza, direi a ragione.

Continua a leggere Slint – Spiderland : il post-rock che si fonde col grunge

Isis – Panopticon

isis-panopticon

“Ma nel programma del Panopticon si trova [la] preoccupazione dell’osservazione individualizzante della caratterizzazione e della classificazione, dell’organizzazione analitica dello spazio. Il Panopticon è un serraglio del re; l’animale è sostituito dall’uomo, il raggruppamento specifico dalla distribuzione individuale, il re dall’apparato di un potere furtivo. Tenuto conto di queste differenze, anche il Panopticon fa opera di naturalista.”

“Il mio destino – dice il Signore del Panopticon – è legato al loro [a quello dei detenuti] da tutti i legami che io sono stato capace di inventare.”

da Sorvegliare e Punire, Michel Foucault

Continua a leggere Isis – Panopticon