Venti di folk rock dalla Scozia: Donovan

Donovan

Metà anni ’60. Bob Dylan spadroneggia negli States, e nel mondo: cantastorie, menestrello, icona dei fermenti della nascente rivolta studentesca e dell’antimilitarismo. Temi forti e strapresenti nella produzione musicale del decennio in questione e anche del prossimo. E non è tutto oro quello che luccica. Continua a leggere Venti di folk rock dalla Scozia: Donovan

[Riciclo] Lo Speciale: Lou Reed

lou-reed

Parlare di Lou reed non è cosa semplice, è uno di quei personaggi che ha radicalmente cambiato la storia della musica nella sua epoca.

Abbiamo deciso di dedicare uno speciale su Lou Reed, trasmesso dalla nostra web radio in occasione della scomparsa del musicista il 27 ottobre del 2013. Ed è proprio grazie alla radio che Lou Reed si avvicinò alla musica.

Continua a leggere [Riciclo] Lo Speciale: Lou Reed

Ministri – Tempi bui (2009)

Parto con un presupposto: i Ministri sono uno dei miei gruppi italiani preferiti. ministri

Detto questo, specifico che non li seguo da molto tempo, diciamo che ho sentito per la prima volta una loro traccia tre anni fa circa; da allora, però, mi sono innamorato dei loro testi e del loro sound, cattivo quanto serve e in linea con i testi, grande punto a favore del gruppo.

Dunque, perchè partire da Tempi bui? Perchè è stato il primo album dei Ministri che ho sentito e che mi ha portato ad imparare a memoria la maggior parte dei testi.

Continua a leggere Ministri – Tempi bui (2009)

Semblance – Quotes EP

coverÈ sempre piacevole ascoltare del buon post rock, e detto da me che amo un genere particolarmente diverso… Mi colpiscono le sonorità di questo album suggeritoci direttamente dal gruppo che lo ha portato alla luce, i Semblance. Il disco in questione è Quotes e potete trovarlo direttamente su Bandcamp, con la possibilità di scaricarlo anche gratuitamente. La band di Oklahoma è formata da questi ragazzotti che vedete nella foto, la loro musica è un post rock energico quanto basta con richiami più delicati (forse la copertina da l’idea i ciò che stiamo per ascoltare).

Continua a leggere Semblance – Quotes EP

Kurt Cobain 20 anni fa… di Sara Fabrizi

10154950_10203578134157080_527814458_n

“Meglio bruciare in fretta che spegnersi lentamente”. Un verso di una canzone di Neil Young su un pezzo di carta, così Kurt Cobain il 5 aprile di 20 anni fa decise di lasciare quel mondo che gli doveva esser sembrato ormai invivibile, un fardello insopportabile la sua esistenza. Un fardello di cui pensò bene di liberarsi con un colpo di fucile in faccia nel garage della sua casa di Seattle. Sì, ne conosciamo tante di storie simili. Una rockstar giovane e all’apice di un bruciante successo che ad un certo punto non ce la fa più a reggere tutto
un mondo che si sente gravare sulle spalle e per liberarsi dal ruolo si priva della sua stessa vita.

Continua a leggere Kurt Cobain 20 anni fa… di Sara Fabrizi

Caparezza – Il Sogno Eretico (2011)

Caparezza è un artista che mi piace molto, anche se non amo il suo genere.il-sogno-eretico

Non che sia una gran sorpresa per i fedeli ascoltatori delle nostre dirette, dato che mi capita spesso di passare qualche suo pezzo, ma ci tenevo a specificarlo, in quanto non riesco ad essere troppo critico nei suoi confronti.

Solitamente sono abituato a buttar giù le mie recensioni in una sorta di stream of consciousness e non voglio cambiare il mio modo di scrivere, dunque vi sorbirete ancora una volta le mie impressioni a caldo (caldissimo, in contemporanea con l’ascolto di questi pezzi che ormai conosco comunque a memoria).

Continua a leggere Caparezza – Il Sogno Eretico (2011)

Isis – Panopticon

isis-panopticon

“Ma nel programma del Panopticon si trova [la] preoccupazione dell’osservazione individualizzante della caratterizzazione e della classificazione, dell’organizzazione analitica dello spazio. Il Panopticon è un serraglio del re; l’animale è sostituito dall’uomo, il raggruppamento specifico dalla distribuzione individuale, il re dall’apparato di un potere furtivo. Tenuto conto di queste differenze, anche il Panopticon fa opera di naturalista.”

“Il mio destino – dice il Signore del Panopticon – è legato al loro [a quello dei detenuti] da tutti i legami che io sono stato capace di inventare.”

da Sorvegliare e Punire, Michel Foucault

Continua a leggere Isis – Panopticon